FINTO ATTENTATO A BARCELLONA

 

Teoria e pratica dei finti auto attentati

Teoria e pratica della finta lotta al terrorismo, che è poi terrorismo fabbricato dagli enti di stato. Quale che sia la forma di governo scelta per un territorio dai padroni delle banche centrali, si pensa sempre che una certa dose di legittimazione popolare sia necessaria a quella forma di governo. Ma quanto riconoscimento si può sperare di ottenere da una popolazione dissanguata dall’oppressione fiscale e dalle fraudolente fluttuazioni della finanza? Chi pianifica per il lungo termine potrebbe essere indotto a credere che quel riconoscimento, tirando troppo la corda, prima o poi verrebbe a mancare.  Invece pare che in questa fase storica esso non sia necessario, neppure in apparenza. Il terrorismo di stato, il terrorismo artificiale, serve molti scopi, fra i quali c’è anche quello di forzare le popolazioni di oppressi a continuare a lavorare come schiavi, mentre i burattini ai governi delle nazioni continuano ad eseguire i loro ordini e a dire buaggini in TV. C’è chi pensa che il terrorismo induca i cittadini ad accettare le manovre dei burattini ai governi, nonostante siano dissennate e incomprensibili. Quando il sistema politico è in crisi, quando il sistema economico è in crisi, ma vale anche per qualunque altro tipo di crisi, il trucco del finto nemico esterno è un trucco vecchio ed è un trucco sempre valido. L’attenzione delle masse di schiavi si sposta su qualche falso bersaglio e tutti dimenticano il problema principale, il problema dal quale originano tutti gli altri problemi, la mega-truffa perpetuata dell’oppressione fiscale e della rarefazione monetaria, imposte dalle banche centrali.

GLI INGREDIENTI DEL TERRORISMO ARTIFICIALE

Il terrorismo è artificiale, non nasce spontaneamente, come non nascono spontaneamente le rivoluzioni. Nonostante l’oppressione e la disperazione umana, la lotta armata è piuttosto il prodotto di un lavoro organizzato e pilotato, in cui i governi giocano un ruolo di sostegno formale indispensabile. Questo progetto organizzato mette insieme e coordina diversi elementi: anzitutto la stampa e le Tv, poi i capri espiatori, le talpe, i professionisti, i controllori ed altri soggetti, per certificare in sostanza la montatura internazionale di una qualche ridicola falsità. Tutti gli impiegati degli enti di stato collaborano con i burattini ai governi – molti senza saperlo – per mettere a segno i progetti criminali di quelle agenzie. Diciamo che i governi “sponsorizzano” il terrorismo, sia quello vero, quello dei veri auto-attentati che quello finto, cioè quello dei finti auto-attentati. Rievocando il lavoro dello storico americano Webster Griffin Tarpley, ritroviamo in Europa, negli anni ’60-’70, come pure in certe parti del mondo arabo di oggi, alcuni individui cretini e delusi che credono nel potere rivoluzionario del terrorismo internazionale. E sono tutte balle. Il partito comunista italiano di quegli anni, simpatizza con i fumettisti delle Brigate Rosse e quello tedesco con la Baader-Meinhof. Se è vero che, per un certo periodo, tutti i comunisti europei simpatizzano per i loro corrispondenti gruppi di armati rossi, che combattono “contro l’imperialismo e per l’internazionale comunista”, questa è un’altra prova storica della loro imbecillità. Entrambe le operazioni principali, e cioè Brigate Rosse e Baader-Meinhof, sono invenzioni degli assassini dello spionaggio-controspionaggio della NATO e questi sono solo due esempi noti, ma ne sono molto ben più di due a cercare la ribalta sparando pallottole delle forze armate nazionali. Anche alQaeda è un’invenzione degli assassini dello spionaggio-controspionaggio. Questi enti, NATO, CIA e altri analisti finanziari gestiti dalle banche centrali, sponsorizzano con denaro pubblico i gruppi sovversivi, dopo che li hanno essi stessi fabbricati, e li coordinano, anche in seguito, perpetuando la loro esistenza e muovendoli da una parte o dall’altra del mondo, a seconda di dove vogliono iniziare a far nascere il prossimo disordine e il prossimo conflitto. Il coordinamento di quei gruppi di esaltati si ha nel tempo attraverso varie altre imprese, anche private, e vari intermediari. Gli attacchi organizzati, le olimpiadi di Monaco nel 1972, i dirottamenti aerei, l’Achille Lauro, sono azioni che non portano alcun beneficio alla causa palestinese, semmai è vero tutto il contrario.

OPPRESSIONE E DISPERAZIONE

Il trucco del terrorismo è quello di lasciar credere che esso possa nascere spontaneamente dalla miseria, dalla disperazione sociale e dall’esaltazione religiosa degli schiavi delle nazioni maggiormente oppresse dai loro padroni formali. Si tratta di un credere assai ingenuo. L’insurrezione, la contro-insurrezione, gli esplosivi, le armi, i passaporti falsi, i visti, eccetera, è tutta roba che costa. Ecco la semplice ragione per la quale non potrai mai vedere batterie di disperati che “prendono i fucili e combattono contro i sistemi imperialisti”, come dice quello storico-analfabeta vietnamita, porta-borse di Noam Chomsky al MIT.  Chiunque può provare su sé stesso e decidere di fare l’insurrezione. Cosa fa? Ruba una pistola a un metronotte? Va sulle montagne? Come inizia? Quale sia la strada che decide, nel giro di poche ore è già sotto il controllo delle agenzie di spionaggio che decideranno di arrestarlo o di usarlo a seconda dei loro criteri. Le genti oppresse e sfruttate non possono fare proprio un bel niente. Dall’oppressione e dalla disperazione si cavano solo impotenza, altra disperazione e altra miseria. Ecco perché l’oligarchia pratica l’oppressione sul resto del mondo, per impoverirlo e renderlo impotente. Chi non crede in questo ragionamento, basta solo che si vada a visitare una nazione oppressa, una a caso, come il Vietnam, o le Filippine, per esempio, o il Messico, visto che agli italiani piacciono i posti caldi dove non si parla l’inglese, e poi mi dice se intravede qualche focolaio di rivolta, dove milioni di persone vivono senza luce e acqua in casa, se sono tanto fortunati da avere una casa, e dormono a terra, o sull’erba, o sui marciapiedi delle città, e crescono i bambini letteralmente in mezzo alla strada, facendogli lavare i denti con l’acqua della pozzanghera. Eppure sappiamo che nelle Filippine il tenore di vita degli anni ’60 è identico a quello del Giappone. Provate a raccontare questa verità ad un filippino e vedrete che non s’incazzerà, come invece dovrebbe. La miseria e l’oppressione generano offerta di lavoro per badanti, domestiche e prostitute in tutto il mondo, e possono generare anche forza lavoro da destinare alla guerriglia, sì, in parte possono aiutare a questo scopo, ma l’insurrezione armata non sarà mai, o quasi mai, un fenomeno spontaneo. Ci vuole qualcuno che selezioni questa mano d’opera, come si fa con gli orfani della Cambogia, dopo gli intensi e ingiustificati bombardamenti che sterminano le loro famiglie, bombardamenti sottoscritti dal presidente Nixon, e li si trasforma in brutali Khmer rossi, spietati, organizzati e pronti al prossimo genocidio.

Annunci

Pubblicato da economia, finanza e fisco

Come si gestisce l'impresa che sopravviva nel nostro sistema economico-giuridico? Cos'è il sistema economico e come funziona? Come funziona l'impianto giuridico-economico in Italia, in Europa e nel resto del mondo? Cosa studiano e a cosa servono gli economisti? Cosa studiano e a che servono gli insegnanti di economia politica? Come si controllano il sistema economico, i processi di produzione e consumo, di tutte le categorie di aziende? Come continuare ad ignorare il problema monetario, e il problema dell'alienazione del monopolio della sovranità monetaria, nonostante il tema sia stato oramai ampiamente descritto, spiegato, e le spiegazioni distribuite?

Unisciti alla discussione

1 commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...