TERRA PIATTA, TERRA SFERICA O TERRA CONVESSA?

 

TERRA PIATTA, TERRA SFERICA O TERRA CONVESSA?
Per il contribuente, mi pare irrilevante (e fuorviante) stare a discutere “sul sesso degli angeli”, sul numero delle stelle nel cielo o sulla quantità di acqua negli oceani, per due motivi: A) perché sono argomenti che non toccano il portafogli; B) perché sono questioni sulle quali si può andare avanti a teorizzare e discutere all’infinito, senza combinare niente di utile alla sopravvivenza. Dire che i finti viaggi spaziali e i finti satelliti della vera tecnologia di calcolo GPS sono una truffa, è denuncia querela da parte dell’interessato. Infatti, la truffa dell’ASI (NI), dell’ESA e della NASA in occidente, come le altre in oriente, sono trucchi milionari che erodono il patrimonio netto e la produzione delle comunità produttive. Ogni volta che si pubblica un servizio sulla tacchina dello spazio Samantha Cretinetti, si commettono una serie di delitti già in origine, perché, anche la simulazione e tutte le fabbricazioni del cinematografo spicciolo e dell’arma aeronautica, sono ore di lavoro e capitale sottratto alla produzione attiva della comunità che lavora e paga ingiustificatamente le imposte. Ovviamente i conti più grassi tornano quando i commedianti dell’arma aeronautica, quelli dell’ASI (NI) e i loro compari internazionali, incassano le loro periodiche fatture, in concorso con tutta l’inutile produzione indotta dei materiali e delle parti di macchina che si fabbricano per le simulazioni. Quando però si associa alla denuncia di questa truffa internazionale aggravata il dibattito sulla Terra piatta, si è in presenza di un trucco che non è solo semantico. Chi lo promuove vuole dire qualcosa di simile a questo: – “hai visto chi è che si querela dei finti viaggi spaziali? Lo stesso che ha la visione di prima di Colombo, quando tutti credevano che la Terra fosse piatta.” – Da lì in poi, nasce un altro trucco della tecnica hegeliana, quello del “lei è favorevole o contrario”, e tutti iniziano a dibattere sulla forma della Terra, perdendo di vista il problema principale (quello che tocca il portafogli) e pare che la storia dei finti viaggi spaziali sia stata inventata solo per sostenere la tesi che la Terra è piatta e non per denunciare una truffa ai danni dello stato (che in verità è solo truffa ai danni del contribuente). Il depistaggio si fa deviando il pensiero verso falsi bersagli molteplici: ridicolizzare chi denuncia i finti viaggi spaziali, far credere che i finti viaggi spaziali siano denunciati per sostenere che la Terra è piatta, far perdere tempo al contribuenti in inutili discussioni, riempire le pagine scritte d’idiozie, e la rete di video per intrattenere….si può andare avanti per anni con questo elenco, come si può andare avanti per anni a discutere sul firmamento. Invece bisogna fermarsi a considerare non solo ciò di cui si ha prova empirica ma anche e soprattutto ciò che tocca il portafogli.

DEI SEGNALI DEL SISTEMA DI CALCOLO GPS
A prescindere dalla forma della Terra, però, se i satelliti non sono nello spazio, da dove provengono i segnali per il sistema di calcolo GPS? Dalle mie verifiche cavo che il sistema di calcolo GPS è abbastanza attendibile; addirittura un ingegnere pilota relativamente intelligente mi ha detto che lo usa sempre in volo e che è molto preciso (ne ha tre, due sul velivolo e uno nello smart-phone, però non ha voluto rispondermi circa il limite massimo dell’altitudine che può tenere per poter fare chiamate con il suo smart-phone, sul quale calcola anche il suo terzo GPS). Perciò non tenterò di discutere sul se funziona oppure no. La cosa importante è stabilire da dove provengono i segnali che riceve, perché, nell’esempio del sistema GPS dello smart-phone, che rimane molto meno preciso delle triangolazioni dei ripetitori e delle celle telefoniche installate dalle compagnie dei telefoni, si ha comunque un sistema di ricezione radio autonomo rispetto al sistema di triangolazione dei telefoni cellulari. Quello dei cellulari è più preciso, quello del GPS prende i dati anche da quelli, quando può, ma se il telefono non si aggancia ad una cella, ad un ROUTER WiFi, o se non c’è copertura telefonica, il GPS dovrebbe lo stesso essere in grado di fare i suoi calcoli, autonomamente. Tanto è vero questo che gli “esperti” dicono che il GPS funziona pure dove non c’è segnale radio di copertura telefonica ma “funziona meglio quando lavora contemporaneamente ai sistemi e ai sensori dello smart-phone, collegati sistematicamente in rete, via telefono o via internet, e ai processori del colosso multinazionale Google. Allora, da dove riceve i segnali radio il sistema di calcolo GPS?

COSA DICONO CERTI FORNITORI DEI PRODOTTI E SERVIZI GPS
Raccontano i tecnici di TOPCON (1) che: “Il primo satellite fu lanciato nel 1978 e nel corso degli anni ottanta venne messa in orbita l’intera costellazione formata da 24 satelliti, il numero minimo che il Governo degli Stati Uniti si impegna a mantenere operativi. Per sapere tutto sul sistema GPS: http://www.gps.gov”

Naturalmente, secondo me, queste sono balle e, secondo il loro ragionamento, ci sarebbero altrettanti sistemi satellitari gestiti da Russia, Unione Europea e Cina comunista, ciascuno dei quali manovrerebbe 24-35 satelliti nello spazio, sconosciuto e nerissimo. Poi spiegano che:

“il GPS, o meglio il GNSS (Global Navigation Satellite System), e le stazioni totali, sono strumenti di misura che vengono ordinariamente impiegati con l’obiettivo di posizionare punti della superficie fisica della Terra, determinandone le coordinate.

Il GPS è un misuratore delle componenti di un vettore nello spazio tridimensionale (vettore che congiunge due punti della superficie fisica della Terra), da cui è possibile ricavarne l’orientamento e la lunghezza, mentre la stazione totale è un sensore in grado di effettuare misure di angoli (orizzontali e verticali) e distanze.

Si tratta di misuratori di posizioni relative. Entrambi infatti, per la determinazione delle coordinate dei punti oggetto del rilievo, necessitano di dati supplementari, delle coordinate di almeno uno dei punti in cui si trovano gli strumenti utilizzati nella misura.

In altre parole, le misure effettuate non contengono informazioni sufficienti al calcolo della posizione assoluta (cioè in un sistema di riferimento dato) dei punti oggetto del rilievo.”

E ancora:

“..la necessità di avere costantemente una buona visibilità del cielo (ove orbitano i satelliti GNSS che trasmettono i loro segnali necessari alla misura), limita l’utilizzo degli strumenti GNSS nelle zone boscose, in presenza di alti fabbricati e nelle cave profonde.”

Un problema simile a questo si ha con i radar collocati in prossimità di montagne. In certi aeroporti, come quello prossimo al golfo del Messico e quello di Reggio Calabria, il radar non si usa proprio. Sul golfo del Messico pare che non si usi perché le montagne vicine impediscono di ricevere una parte dei segnali di rimando dagli aeroplani e perciò è considerato inutile, a Reggio pare che il radar non ci sia perché “siamo un paese sottosviluppato” e però mi pare che anche per atterrare su quell’aeroporto: “l’ avvicinamento degli aerei alla pista avviene attraverso un percorso curvilineo e questo a causa della vicina conformazione montuosa ma anche per l’ incontrollato abusivismo edilizio, che costringe i piloti ad una difficile manovra.” (2)

Il problema dei segnali radio che passano attraverso i muri ma non attraverso le montagne e i boschi troppo fitti, è un problema di tutti i segnali radio, mi pare di capire, e non solo di quelli che si racconta provengano dallo spazio.

Il sito ufficiale di quell’agenzia statunitense che eroga il servizio GPS, in poche parole, afferma che:

“..il servizio GPS è un servizio pubblico erogato dal governo statunitense che offre all’utilizzatore posizione, navigazione e tempo (orario). Il sistema è diviso in tre segmenti, quello dello spazio, quello del controllo e quello dell’utilizzatore. Il segmento dello spazio è gestito dall’aviazione militare loro. Il sistema di controllo ha invece una pagina di spiegazione che inizia con questo titolo:

Satellite Simulator Control Working Group” SSCWG (3)

“Il SSCWG dispensa informazioni circa i simulatori GPS, discute gli impegni presenti e futuri in rapporto ai simulatori GPS e discute pure i futuri sviluppi dei simulatori GPS”.

Ripete tre volte nella stessa frase d’apertura il termine “simulatori GPS”, dopo aver usato il termine anche nel titolo. Ci saranno certamente ragioni scientifiche che a me sfuggono, per ripetere “simulatore” anziché “dispositivo di ricezione di veri segnali radio provenienti dallo spazio”.

Se prendiamo il solo caso italiano, troviamo NetGEO (4), che a fondo pagina si firma come TOPCON e che afferma di essere “l’unica Rete Nazionale GPS+GLONASS”. Se NetGEO è l’unica rete nazionale GPS+GLONASS, non serve cercarne di altre. Una rete nazionale di che cosa, esattamente, visto che tutti credono alla storia dei segnali radio provenienti direttamente dallo spazio? Non potrebbe essere una rete di stazioni riceventi-trasmittenti e/o di ripetitori?

Note

1) GPS o STAZIONE TOTALE? COSA ACQUISTARE?

2) Articolo degli analfabeti de la Repubblica su alcuni aeroporti italiani.

3) Satellite Simulator Control Working Group, SSCWG

4) NetGEO, “l’unica Rete Nazionale GPS+GLONASS”

Annunci

Pubblicato da economia, finanza e fisco

Come si gestisce l'impresa che sopravviva nel nostro sistema economico-giuridico? Cos'è il sistema economico e come funziona? Come funziona l'impianto giuridico-economico in Italia, in Europa e nel resto del mondo? Cosa studiano e a cosa servono gli economisti? Cosa studiano e a che servono gli insegnanti di economia politica? Come si controllano il sistema economico, i processi di produzione e consumo, di tutte le categorie di aziende? Come continuare ad ignorare il problema monetario, e il problema dell'alienazione del monopolio della sovranità monetaria, nonostante il tema sia stato oramai ampiamente descritto, spiegato, e le spiegazioni distribuite?

Unisciti alla discussione

1 commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: