Il grandissimo affare della finta guerra contro il cancro

 

Anche la guerra contro il cancro è un bidone. Non c’è nessuna guerra contro il cancro. Quello che abbiamo è l’industria del cancro ed è un’industria miliardaria, come quella dell’AIDS, quella dei vaccini e quella dei vaccini-assassini. Quando sei malato di AIDS, ti danno il farmaco AZT, che serve per abbattere il sistema di protezione immunitaria. Gli stessi scioperati in camice, quando sei malato di cancro, ti ammazzano con le radiazioni e la chemioterapia, per farti venire un altro cancro. Oltre a ciò, ti danno l’alimentazione e le medicine che meglio di altre alimentano e fanno crescere le cellule tumorali. Solo negli Stati Uniti d’America, dal 1990 al 2010, muoiono ogni giorno in media 1560 persone al giorno, mezzo milione all’anno, con un milione e mezzo di nuovi casi di tumore che si hanno ogni anno. Questi numeri dimostrano evidentemente che le cure contro il cancro danno ragione al cancro. E però Otto Warburg spiega bene, già nel 1956, sull’origine delle cellule tumorali, che il problema è metabolico e che, dato che le cellule malate fermentano grazie agli zuccheri, per eliminarle, quantomeno per non farle crescere e distribuire sugli altri organi, basta semplicemente fare una dieta ristretta e povera di carboidrati (40-50 grammi al giorno comprendendo le verdure), ricavando, mangiando meno, una straordinaria serie di altri benefici. I benefici della salute dei contribuenti non sono di vantaggio all’industria del cancro o a quella dei vaccini assassini. Ragionando con il conto economico in mano, l’industria non incassa nulla dalle buone abitudini alimentari e dalle diete restrittive imposte ai malati. Perciò i milioni spesi per i veleni, la chemio e le radiazioni, mietono vittime ma le tengono in vita abbastanza per ingrassare i bilanci dell’industria dei tumori e dei veleni.

Pubblicato da economia, finanza e fisco

Come si gestisce l'impresa che sopravviva nel nostro sistema economico-giuridico? Cos'è il sistema economico e come funziona? Come funziona l'impianto giuridico-economico in Italia, in Europa e nel resto del mondo? Cosa studiano e a cosa servono gli economisti? Cosa studiano e a che servono gli insegnanti di economia politica? Come si controllano il sistema economico, i processi di produzione e consumo, di tutte le categorie di aziende? Come continuare ad ignorare il problema monetario, e il problema dell'alienazione del monopolio della sovranità monetaria, nonostante il tema sia stato oramai ampiamente descritto, spiegato, e le spiegazioni distribuite?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...