Dei Fantocci sulla Luna

DEL PUPAZZO SULLA LUNA
Al santo fine di poter meglio dirigere le vostre coscienze, la fabbrica d’idiozie hollywoodiana cerca goffamente di porre rimedio alle stravaganti scempiaggini dette e alle manchevolezze delle immagini della fabbrica di scemenze televisiva. Ascoltando la viva voce dei finti astronauti in televisione, le interviste dei finti scienziati della NASA, le cavolate di Battistòn e dei suoi compari dell’ASI-Ni, prima o poi ci si rende conto che sono dei buffoni, tutti, e che raccontano un sacco di balle. Anche guardando le immagini dei loro ridicoli cartoni animati si ha la conferma di ciò, come pure se si considera l’impossibilità formale che Samantha Cretinetti sia mai potuta entrare in Accademia Aeronautica a Pozzuoli.

“La religione è un giogo, giogo leggero invero, come è detto da S. Matteo, capo XI, verso 30, ma pure è sempre un giogo che non bisogna alleggerire di più, ma bisogna che pesi sul collo e costringa (il babbeo lavoratore contribuente), amorevolmente, sì, ma assolutamente” a cedere il suo patrimonio, il suo reddito e la sua roba, ai grassatori che parassiticamente vivono sulle fatiche del loro inutile lavoro, in cambio di suggestioni e di niente altro. Dopo le fandonie televisive oggi si ripete il rafforzamento (quelli che praticano gli esperimenti pavloviani del condizionamento operante parlano di “rinforzo”) della finzione del viaggio sulla Luna, con il cinema. Anche se la televisione è continua nella sua opera di demolizione di coscienze e di volontà, perché opera direttamente nelle case e nelle famiglie ed è sempre accesa, la suggestione della propaganda del cinematografo offre almeno 3 vantaggi diversi rispetto a quella dei notiziari e dei finti documentari della televisione:

1) è gestita da autori ed attori già storicamente collaudati, che sono conosciuti, che devono essere conosciuti e che più sono conosciuti e più sono creduti (inconsciamente); mentre la televisione, quando ti offre un astronauta finto vendendotelo per vero, non può che usare autori ed attori sconosciuti (perché altrimenti, se li conosci di già, sai che sono attori e capisci, forse, che è una finzione), quindi non collaudati, o poco collaudati, dei cretini assolutamente improbabili, che sono sempre pronti a dire corbellaggini ma che inciampano spesso in questa loro rilassata cialtroneria. Se prendiamo per avere un’idea, quelli italiani, che non sono più stupidi di quelli russi o americani, abbiamo Luca Ciarlatano, che è una sorta di finto atleta con le orecchie a punta e la testa pelata come quel vecchio capitano pirla di uno dei tanti stupidissimi film che plagiano il soggetto della pregiata serie televisiva “Star Trek”; poi c’è la tacchina con le cosce grosse, Samantha Cretinetti, che non riesce a trattenere le risate quando spara le sue cazzate, e sorride, per bilanciare dissimulare il proprio imbarazzo illecito, chiudendo completamente gli occhi davanti alla telecamera, e continuando a dire cazzate ma con gli occhi chiusi, ed infine Battisòn che quando parla è sempre mezzo ubriaco…. meglio usare attori veri, quindi, ma come venderli per buoni? La Tv non può farlo e allora il cinematografo dà una mano.

2) Il cinematografo non si può accusare di falsità, perché mostra solo finzione per definizione; tutto ciò di cui ti puoi lamentare è che il film non ti è piaciuto, ma non puoi accusarlo di mentire, è cinema, fa meglio scena ma non pretende di dire la verità. Quindi la finzione del cinema è palese, si sa che ciò che si vede non è reale. E però, a che livello lo si sa? Le immagini e le suggestioni dei film assurdi e fantascientifici, come pure quelle dei film realistici o semi realistici, s’imprimono nel cuore e nel cervello, per chi lo ha, e lì rimangono, non si sa per quanto, forse per sempre, e noi ci abituiamo alla loro presenza anche senza saperle o senza capirle. L’assurdità delle balle che raccontano in televisione, dopo aver assorbito passivamente le favole suggestive del cinema, non è più tanto assurda perché, in qualche oscuro angolo recondito della mia anima, conservo l’immagine di qualcosa che ho visto avvenire con i miei occhi, non so dove, perché non ricordo di averlo visto al cinema molti anni fa, ma so che l’ho visto e quindi è possibile e se è possibile è anche vero.

3) Il cinematografo vende la sua propaganda direttamente. Tutta la produzione cinematografica è finanziata, promossa, diciamo pure comandata, da chi ha interesse a propagandare questo o quel messaggio; però, chi “finanzia” effettivamente il cinema è in definitiva lo spettatore che paga il biglietto per andare a ricevere la sua rituale dose di propaganda. Questo vale anche per il cinema italiano; proprio quest’anno non si è visto un solo film italiano che non fosse farcito di propaganda della più spicciola e della più attuale, troppo attuale perché non si capisca che si tratta di propaganda. La vittima, le vittime, le masse di contribuenti (che in Italia lavorano 8 mesi senza paga, soffrendo un effetto di trascinamento fiscale del 70%), oltre a farsi rapinare dallo stato, direttamente e indirettamente, oltre a farsi fregare dalla pubblicità delle medicine cancerogene della televisione, che paga i suoi attori-autori anche con i proventi esagerati della pubblicità, si fa fregare pure dal botteghino del cinematografo, perché paga un biglietto per andare a vedere un film che serve gli interessi della propaganda (e quindi dovrebbe essere finanziata da chi comanda la propaganda) che però è lui stesso a finanziare, pagando il biglietto. Il cornuto paga l’amante della moglie perché faccia le batterie con sua moglie. Non è solo un cornuto contento, è un cornuto-contento pagante.

DEL VOLANO DELLA PROPAGANDA
Tutti fanno il loro lavoro, così funziona il sistema, se vuoi campare devi obbedire e fare come ti viene detto, altrimenti sei disoccupato e non puoi pagare le bollette. Quindi i carabinieri arrestano innocenti, i magistrati li accusano sapendoli innocenti, i giudici li condannano fregandosene se sono colpevoli o innocenti, gli oncologi praticano la chemioterapia, i finanzieri praticano la truffa sistematica e lo spionaggio industriale per conto delle banche centrali, i giornalisti ripetono le scemenze che gli sceneggiatori scrivono per loro, Fazio prende un milione e mezzo per invitare Luca Ciarlatano in trasmissione, il presidente con la parrucca bianca accoglie Samanta Cretinetti a corte…insomma, tutti in fondo stanno facendo il loro dovere, cosa ci sarebbe da lamentare, se non il fatto che quella canaglia di falsari è retribuita con la ricchezza prodotta dalle fatiche inutili dei contribuenti?

Si potrebbe dire che i contribuenti sono cretini, ed è vero, perché pagano senza querelarsi e perché poi, oltre a pagare i ruffiani dell’erario, pagano anche l’industria delle propaganda che provvede direttamente ad intrattenerli con le frottole, inducendoli poi a pagare ancora e a continuare a pagare sempre di più.

E però c’è anche qualcosa di più sgradevole della stupidità del contribuente, ed è la prova chiara ed ineludibile della complicità e dell’inutilità dei ruffiani che scaldano le poltrone ai governi e nei parlamenti delle nazioni. Per fare solo due o tre esempi di buffoni-ruffiani di corte, assolutamente inutili e anzi dannosi, come potremo mai dimenticare il pianto patetico del finto presidente Napolitano, quando parlava con la Cretinetti, che se ne stava a bere Vodka a garganella in qualche osteria di Mosca, fingendo però di essere nello spazio, e le stupide battute infantili di Matteo Renzi, che con la Cretinetti ha fatto una chiamata interstellare diretta, ripresa dalla televisione, e le cerimonie di un altro buffone storico detto Mattarella, il quale, poco prima di ospitare a corte i boy-scout, essendo egli persona molto impegnata a risolvere problemi istituzionali molto seri, si è premurato di ricevere in pompa al rinfresco anche la Cretinetti, con il suo finto generale dell’associazione della propaganda dei ruffiani dell’arma aeronautica, e il suo finto supervisore tecnico, sempre mezzo brillo, ex raccoglitore di cartoni usati, detto Battistòn?

DELL’INUTILITÀ DEI FANTOCCI AI GOVERNI DELLE NAZIONI
Sono tutti buffoni e tutti truffatori, sia i presentatori della televisione che gli attori dell’ASI-Ni, tutti criminalmente colpevoli, come minimo, di truffa aggravata ai danni dello stato. E però la posizione dei giornalisti è discutibile, questa volta, perché è vero che sono falsari ma è anche vero che sono ignoranti e deficienti. Essi potrebbero anche credere veramente che la buffonata della consorteria internazionale per delinquere NASA, ESA, ASI-Ni, non organizzi buffonate a scopo di truffa transnazionale. Più direttamente responsabili dei giornalisti, questa volta, sono Renzi, Napolitano e Mattarella; questi tre ruffiani non possono non saperlo, visto che sono gli stessi che firmano gli assegni per pagare i truffatori e che ricevono le loro belle ricompense per queste parate. Ancora una volta, sbattiamo il muso contro la prova inequivocabile del fatto che i ruffiani scalda-poltrone dei palazzi di governo, eletti e/o non eletti, sono persone inutili e anzi assai dannose per la comunità produttiva di una nazione.

Annunci

Pubblicato da economia, finanza e fisco

Come si gestisce l'impresa che sopravviva nel nostro sistema economico-giuridico? Cos'è il sistema economico e come funziona? Come funziona l'impianto giuridico-economico in Italia, in Europa e nel resto del mondo? Cosa studiano e a cosa servono gli economisti? Cosa studiano e a che servono gli insegnanti di economia politica? Come si controllano il sistema economico, i processi di produzione e consumo, di tutte le categorie di aziende? Come continuare ad ignorare il problema monetario, e il problema dell'alienazione del monopolio della sovranità monetaria, nonostante il tema sia stato oramai ampiamente descritto, spiegato, e le spiegazioni distribuite?

Unisciti alla discussione

1 commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: