Dei Vaccini, dell’AIDS e del Cancro

 

Del rapporto perverso tra i Vaccini-Assassini e gli attacchi al sistema immunitario
Il trucco genocida che ingrassa la smodata industria dell’AIDS inizia nell’aprile del 1984, con una tipica conferenza stampa, cioè la tipica situazione in cui si vogliono annunciare delle frottole, per imbrogliare le dissanguate comunità produttive dei contribuenti, e per opprimerle. Un ruffiano titolato, l’analfabeta Dr. Robert Gallo, durante questo evento artificiale, annuncia ufficialmente ai somari della stampa, e agli impiegati dell’industria, delle fabbricazioni della scienza, come pure al resto del mondo della stupidità oggettiva, di aver scoperto il virus dell’AIDS. La sbrigativa spiegazione del Gallo è che questo misterioso virus origina nell’Africa, nell’Africa la più nera.

Sennonché, il primo nome che Gallo dà al misterioso virus è “human T-cell leukemia/lymphoma virus“, cioè, traducendo liberamente, “il virus della (cellula umana) cellula-T, della leucemia e del linfoma”. Ciò non pertanto, i virologi più ruffiani della categoria si precipitano subito a precisare che questa nuova malattia dei “gay” non ha niente a che fare con il cancro (perché ai virologi non si spiega il significato di termini quali linfoma e leucemia).

Spieghiamolo noi, allora, ai ruffiani-virologi che linfoma e leucemia sono, sì, espressioni del cancro. Secondo la tesi dell’industria di monopolio della medicina e dei veleni, propagata per decenni, senza sosta, dai vilissimi ripetitori di televisione e cartaccia stampata, “il virus dell’AIDS è”, deve essere, “contagiosissimo, mentre il cancro non è”, non deve essere, “affatto contagioso”.

Sapendo bene che quelli che vanno in televisione sono tutti bugiardi e ignoranti, anche solo facendo o credendo il contrario di ciò che dicono loro si rischia sicuramente di sbagliare di meno e quindi è assai più ragionevole dire che il cancro è, sì, contagioso, trattandosi di aggressione di spore fungine, come dimostrano, mi pare, per conseguenza logica, i fatti espressi e trattati dal dottor Tullio Simoncini, e che invece il virus dell’AIDS non lo è (se non per diretta trasfusione ematica).

Tuttavia, per la grassissima industria del cancro, operano certi ruffiani bugiardi che insistono per anni a ripetere, alle finte comunità scientifiche e ai perniciosi flussi della disinformazione mediatica, che il cancro NON è contagioso. Anche per questa ragione, oltre al fatto che le idiozie dell’analfabeta sarcastico Robert Gallo non contano per nessuno, il virus dell’AIDS viene subito rinominato “human T-cell lymphotrophic virus – 3” (HTLV-3)” con il che si oscura la sua origina dai ceppi virali che facilitano la formazione del tumore.

Dopo qualche altra serie di seghe mentali, i ruffiani in camice finalmente decidono di cambiare nome al virus dell’AIDS per un’altra ed ultima volta, e lo chiamano “human immunodeficiency virus,” o HIV per brevità, anche perché gli acronimi aiutano a nutrire la tanto diffusa confusione delle già molto flebili menti impiegate dietro le finte scrivanie scientifiche.

Dato che, purtroppo, l’ignoranza è un fenomeno, quello sì, assolutamente trasmissibile per suggestione, e che è contagiosissima, medici, professionisti, epidemiologi, ed altre categorie di ruffiani in camice o senza camice, si allineano tutti con le balle che raccontano i cosiddetti virologi.

Alcuni epidemiologi individuano casi di questa piaga dei “gay” nei ghetti omosessuali di Nuova York, Los Angeles e San Francisco, e alcuni di questi malati presenta la pelle violacea cancerosa identica a quella del tumore del sarcoma di Kaposi, un tipo di cancro ben noto in certe zone dell’Africa Centrale. Questa similitudine tra i due tipi di cancro, viene strumentalizzata per diffondere l’idea secondo la quale il virus americano origina, pure quello, in Africa.

DELLA FAVOLA DELLA SCIMMIA VERDE
La scemenza della scimmia che trasmette il virus alla bestia umana trova la sua certificazione anche in ambienti di ruffiani in camice (in origine è proprio quel fesso di Gallo che la cava da una stupidaggine detta da una giornalista), grazie alla complice inettitudine dei più celebrati (dagli enti di stato e dai mass media) virologi ed epidemiologi. Si tratta evidentemente di una scimmia razzista e “omofoba”, quella che passa il virus alle bestie umane, perché contamina selettivamente solo “froci” e “negri”.

DEL MEMORANDUM DI ROBERT STRECKER
Per fortuna il mondo non è costituito esclusivamente da ruffiani, anche se lo è in maggioranza. Il dottor Robert Strecker, attorno all’anno 1996, denuncia il fatto che l’AIDS è un prodotto della guerra batteriologica

(prodotto a Fort Detrick, in un reparto diretto proprio dal lecca-suole incamiciato Robert Gallo) e di ciò daranno poi testimonianza più o meno diretta Horowitz ed altri ricercatori.

DEI VACCINI E DELLE CONTAMINAZIONI
A me qui interessa solo stabilire il rapporto che c’è tra il virus e il vaccino.
Strecker spiega che l’AIDS africano è il risultato dei programmi delle vaccinazioni contro il vaiolo che sono condotti dall’OMS (WHO), impresa di proprietà anche, o solo, del gruppo Rockefeller, condotti negli anni 1970.
Lo scandalo delle finte vaccinazioni contro il vaiolo in Africa, promosse dall’OMS per inoculare il virus che abbatte il sistema immunitario (AIDS) nelle persone umane, appare pubblicamente nel 1987, in prima pagina sul “The London Times” e, per quelli a cui interessano i dettagli della vicenda, essi sono circostanziati nel libro di Alan Cantwell Jr. intitolato “Queer Blood.

Dallo stesso quadernetto si cavano anche le spiegazioni di come le comunità “gay” statunitensi sono state inoculate con il virus, di proposito, sempre in conformità di un’altra grande campagna propagandistica per la vaccinazione contro l’epatite B che, secondo gli schemi della campagna di vaccinazione, vede chi pratica il sesso anale, ed altri giochi come “analingus” e simili, dovrebbe essere più soggetto a rischio d’infezione (dell’epatite B) rispetto a chi invece si dedica più propriamente a pratiche di sesso alternative, possibilmente senza preservativo.

Io conosco una testa di cazzo italiana, madre di due figli piccoli, la quale, dopo aver appreso tutto ciò, ma senza essere certa al 100%, perché nono si riesce mai ad essere sicuri di niente al 100%, solo per convenienza, per conformismo, per comodità o per semplicità, ha fatto inoculare i suoi due figli (di puttana), dalle mani inguantate dei ruffiani in camice che lavorano agli ordini della mucca pazza Lorenzìn. Questo esempio è identico a quello della madre che fa circoncidere il figlio maschio ma non la figlia femmina. Fate ai bambini tutto quello che non vorreste che facessero a voi, perché sono piccoli e non possono difendersi. La propaganda funziona sugli adulti, e li spinge a comportarsi da bestie proprio nei confronti dei loro stessi figli. Ci dobbiamo meravigliare? Certo che no. Per secoli hanno fatto credere ai babbei che lo stesso dio degli ebrei abbia sacrificato la vita del suo unico figlio Gesù, in cambio di un po’ di pioggia nel deserto. Il sacrificio umano, per i religiosi, il sacrificio umano dei propri figli, è come la sega che si fa nel cesso, sborrando sul pavimento lercio dei cessi pubblici.

Annunci

Pubblicato da economia, finanza e fisco

Come si gestisce l'impresa che sopravviva nel nostro sistema economico-giuridico? Cos'è il sistema economico e come funziona? Come funziona l'impianto giuridico-economico in Italia, in Europa e nel resto del mondo? Cosa studiano e a cosa servono gli economisti? Cosa studiano e a che servono gli insegnanti di economia politica? Come si controllano il sistema economico, i processi di produzione e consumo, di tutte le categorie di aziende? Come continuare ad ignorare il problema monetario, e il problema dell'alienazione del monopolio della sovranità monetaria, nonostante il tema sia stato oramai ampiamente descritto, spiegato, e le spiegazioni distribuite?

Unisciti alla discussione

3 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: