Finti Virus ma Vero Controllo Sociale dei Fessi-Contribuenti

COORDINAMENTO DI STAMPA, TV, CINEMA E ACCADEMIA
Per convincere il mondo di una fandonia, basta che la fandonia sia ripetuta un certo numero di volte da diverse fonti, che sia associata a qualche immagine recondita e che sia basata sul trauma o sul terrore panico. Per ottenere ciò, serve lo sforzo coordinato di potenti gruppi economici, intenso fino al punto da consentire che stampa, cinema, televisione e ambienti accademici e mondo commerciale, per motivi diversi, ripetano la stessa filastrocca in modo martellante. È possibile coordinare lo sforzo di grandi conglomerati multinazionali in modo da farli lavorare nella stessa direzione? E perché, poi, bisognerebbe fare questo lavoro di coordinazione? Iniziamo con il vedere che è possibile, visto che le prove sono sotto il nostro naso, poi andiamo a vedere chi fa che cosa e, infine, tentiamo di scoprire il movente, anche se la ragione ultima è difficile da intendere se non si appartiene allo stesso mondo di pazzi.

LE MINACCE POSTICCE FONDAMENTALI
Nello stesso anno in cui viene platealmente fatta saltare la testa al presidente statunitense JF Kennedy, una commissione speciale di studiosi, e di accreditati ricercatori in diversi ambiti della conoscenza umana, sono riuniti e segregati nel rifugio antiatomico di Iron Mountain, per essere poi indotti a fare uno studio di fattibilità, e di desiderabilità, sulla eventuale transizione verso la pace della società industriale. Il gruppo afferma e sostiene che la guerra è l’elemento fondamentale per mantenere il sistema sociale, così “come oggi noi lo conosciamo” e conclude che, se proprio si volesse decidere di farne a meno, o di ridurla a guerra convenzionale, locale e non più mondiale, bisogna introdurre surrogati della stessa, che siano altrettanto validi per il controllo sociale.
Si legge fra le conclusioni:
“Un valido surrogato politico alla guerra deve porre (alla società) una minaccia esterna generalizzata, la cui natura e intensità siano sufficienti a far richiedere e a far accettare l’autorità politica”.

I PROGRAMMI DI CONTROLLO EUGENETICO
In assenza di guerra, il gruppo raccomanda la formazione di una forza di polizia internazionale onnipresente, la fabbricazione di terroristi e nemici esterni fittizi, l’introduzione di moderne e sofisticate nuove forme di schiavitù, la progettazione di costosissimi programmi spaziali, diretti verso mete irraggiungibili, la propaganda costante delle novelle sulle invasioni extraterrestri, sui cataclismi ecologici, sul riscaldamento del pianeta – anche la pratica di forme di bio-terrorismo ecologico reali – e i programmi di controllo eugenetico. Controllo eugenetico significa in questo caso l’eliminazione di ceppi biologici considerati inferiori, piuttosto che lo sviluppo e la cura di quelli considerati superiori. Il controllo eugenetico viene definito eufemisticamente “controllo della popolazione”, e dà l’idea di un lavoro fatto per evitare la “delinquenza riproduttiva” che causerebbe il sovrappopolamento del pianeta; invece è un piano per ridurre di numero quelle popolazioni che, secondo certi autori, fra i quali certamente Aldous Huxley, contaminano il fondo biologico con geni di categoria inferiore. Esempi di noti piani di controllo eugenetico mandati ad effetto sono: il limite imposto di un solo figlio ad ogni singola coppia di sposi in Cina comunista, il virus oggi chiamato HIV, virus razzista che colpisce soprattutto negri e minoranze deboli, omosessuali e tossicodipendenti, e che contribuisce a decimare le popolazioni dell’Africa centrale; un esempio di eugenetica inconscia, associata alla guerra biochimica, è quello delle coperte contaminate al vaiolo che i coloni europei regalano ai “pellerossa” d’America, per annientarli, con il pretesto di aiutarli a ripararsi dal freddo.

LA GUERRA BIOCHIMICA
Abbiamo tutti sentito parlare di guerra biochimica e nessuno fatica a credere che nei campi di concentramento nazisti, ai tempi della seconda guerra mondiale, taluni scienziati criminali siano lì a fare esperimenti su cavie umane – proprio esperimenti di eugenetica, visto che la pazzia della razza superiore, sintetizzata nel Mein Kampf, scritto per Adolf Hitler dal padre gesuita Bernhard Stempfle, si vuole che sia al centro del sistema ideologico socialista nazionale tedesco – degli anni ’30 e ’40. Prendiamo qui per buona la versione ufficiale, secondo la quale “giapponesi” e “tedeschi” prima, “russi” poi, usino il loro ingegno per inventare metodi di guerra biologica e chimica che, in tempo di pace, per dolo o colpa grave, possono aiutare a decimare le popolazioni dotate di base biologica considerata inferiore. A cosa dobbiamo oggi l’imponente arsenale di armi atomiche e biochimiche presente, prima di tutto, negli Stati Uniti d’America e, poi, a Ginevra, presso la sede dell’OMS, e nel resto del mondo? Secondo lo studio ben documentato del dottor Leonard Horowitz, due nomi fra gli altri (di soggetti che operano nell’interesse delle classi dominanti l’industria globale) emergono sugli altri per l’intensità della loro collaborazione ai vari progetti di controllo eugenetico: Henry Kissinger (consigliere per la sicurezza nazionale ai tempi di Richard Nixon, supervisore di CIA, FBI e politica estera) e David Rockefeller. Dagli atti del governo statunitense Horowitz cava prove coerenti con le raccomandazioni del gruppo di Iron Mountain, che vedremo più sotto. Le campagne di spopolamento sono già in atto a pieno regime negli anni ’70; per esempio, il NSSM 200, che richiama la necessità di massicce opere di spopolamento dei ceppi genetici considerati inferiori, collocati fisicamente nelle aree sottosviluppate del pianeta, Il NSSM 200 è redatto proprio dall’ebreo tedesco Henry Kissinger, e insiste sulla necessità di agire in modo differenziato su specifiche nazioni e su specifici gruppi. Se ho capito bene la biografia di Kissinger scritta da Walter Isaacson, editore del TIME, Kissinger, reclutato dalla CIA a fine guerra, dopo aver servito la macchina da guerra tedesca, riceve subito l’incarico di recuperare tutti gli scienziati e i gerarchi nazisti più capaci e di portarli a lavorare negli Stati Uniti, dove assumono ruoli di dirigenti ad alto livello in varie organizzazioni scientifiche, politiche e militari. Il processo di Norimberga è una farsa, come lo è quello di Saddam Hussein, dato per morto di cancro nel 1999, i cui familiari sono tutti esiliati nel Regno Unito; i veri “criminali” non se li lasciano scappare, ne hanno bisogno per costruire i loro progetti d’ingegneria eugenetica, sociale e militare.

KISSINGER, ROCKEFELLER, L’INDUSTRIA CHIMICA, L’OMS
Il piano di reclutamento degli ex nazisti ha il nome in codice di: “OPERATION PAPERCLIP”. Ai brutti tempi andati della seconda guerra mondiale, uno dei maggiori dirigenti del partito nazista tedesco, tale Hermann Schmidt, gestisce un’impresa che si chiama IG FARBEN, la quale, a sua volta, ha contratti d’intensa collaborazione con un’azienda della famiglia Rockefeller, la Standard Oil Company, per la produzione di gomma e la fornitura di carburante necessario all’industria bellica nazista. Il capo dell’ufficio legale della Standard Oil Company è, a quel tempo, Allen Welsh Dulles. Dulles diventerà più avanti direttore della CIA. Fra i nazisti esperti di laboratorio “esiliati” negli Stati Uniti da Henry Kissinger abbiamo un certo Erich Traub, (virologo e veterinario, capo divisione guerra biologica della Germania nazista; i virus che c’interessano sono noti ai veterinari più che ai medici) con la sua assistente Anne Burger. Un paio di decenni più tardi, durante l’amministrazione Nixon, Kissinger viene messo a lavorare alla Casa Bianca dal vicepresidente, Nelson Rockefeller, che lo mette anche a dirigere il CFR, per studiare come disseminare l’Europa di ordigni termonucleari.

LA NASCITA DELLA RETRO-VIROLOGIA
Il programma di guerra batteriologica inizia negli Stati Uniti nel 1941, stando all’archivio del congresso “americano”, ed è diretto da Gorge W. Merck, presidente della gigantesca industria farmaceutica tedesca Merck, nota in tutto il mondo per la produzione di un famoso analgesico, il Vioxx, che ha danneggiato milioni di persone prima di essere tolto dal commercio; la lunga lista, se pur parziale, degli agenti infettanti che sono prodotti con gli incroci di laboratorio è contenuta in un saggio intitolato “Special virus-cancer program” del NCI (National Cancer Institute), l’istituto nazionale dei tumori “americano”. Leucemia, sarcoma, influenza, linfoma, kuru, leucemia bovina, condiloma acuminatum, infezione da mononucleosi, e molti altri, sono prodotti in serie, a partire dal 1971. Nixon firma il protocollo di Ginevra nel 1970, ma non cambia proprio nulla; la ricerca per la guerra biologica e chimica continua con un altro nome, diventa “ricerca sul cancro”; è un fatto tanto ovvio e noto che lo pubblica anche la rivista scientifica “Nature”, nello stesso anno. Gli stanziamenti di denaro pubblico aumentano e l’arsenale, che si dà per distrutto, è in realtà intatto, conservato a Pine Bluff, in Arkansas. Cambiare il nome alla guerra biochimica, dare l’idea che abbia una funzione difensiva, che serva la ricerca immunologica e la difesa contro eventuali infezioni non “volute”, aiuta a giustificare incrementi negli stanziamenti di fondi; i virus che producono il cancro sono lo strumento ideale per spostare l’attenzione e, unitamente all’approccio proteso alla ricerca immunologica, offrono i presupposti per un nuovi ambiti di ricerca, come la retro-virologia, che includono la ricerca di virus come EBOLA e HIV-AIDS, distruttori del sistema immunitario, strategici per la guerra biologica, gli interventi di eugenetica e per il controllo sociale interno delle nazioni.

BIONETICS Litton Industries è un grande conglomerato per la produzione militare e ha una divisione biochimica, BIONETICS, che coordina anche tutta la gestione del centro nazionale di ricerca sul cancro di Fort Dietrick. Robert Gallo supervisiona sia il lavoro di Fort Detrick che quello di LITTON BIONETICS. Roy Ash, presidente di Litton Industries, è, contestualmente, anche funzionario della Casa Bianca, durante l’amministrazione Nixon, rivestendo, come spesso capita, il doppio ruolo di fornitore e di acquirente della pubblica amministrazione. In quel periodo, Kissinger ordina all’ammiraglio Elmo Zumwalt, della marina militare, di fare una rivalutazione dello stato dell’industria della guerra biochimica. Le armi biologiche possono essere usate per eliminare certe persone, certi gruppi di persone, specifiche comunità o gruppi etnici. Come risulta dai rapporti congressuali e come scrive il suo biografo ufficiale, l’editore del TIME Magazine, Kissinger seleziona le opzioni presentate da Zumwalt, per sviluppare armi biologiche del tipo EBOLA, HIV-AIDS; il contratto d’appalto per la produzione di questi virus va al suo collega della Casa Bianca, che ne è anche fornitore ufficiale, il presidente di Litton Bionetics, Roy Ash.
Il resto della bozza lo scarichi gratis da qui: IL PROGETTO EBOLA

Pubblicato da economia, finanza e fisco

Come si gestisce l'impresa che sopravviva nel nostro sistema economico-giuridico? Cos'è il sistema economico e come funziona? Come funziona l'impianto giuridico-economico in Italia, in Europa e nel resto del mondo? Cosa studiano e a cosa servono gli economisti? Cosa studiano e a che servono gli insegnanti di economia politica? Come si controllano il sistema economico, i processi di produzione e consumo, di tutte le categorie di aziende? Come continuare ad ignorare il problema monetario, e il problema dell'alienazione del monopolio della sovranità monetaria, nonostante il tema sia stato oramai ampiamente descritto, spiegato, e le spiegazioni distribuite?

Unisciti alla discussione

2 commenti

  1. Per quanto riguarda la frase “…Saddam Hussein, dato per morto di cancro nel 1999…” sarebbe possibile avere qualche dato in più? Grazie anticipatamente

    "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...